La Cina che non vorremmo vedere

TIBET- Le proteste dei monaci buddhisti e del popolo tibetano in atto in queste ore a Lhasa, vanno sostenute: per il rispetto dei Diritti Umani e delle libertà fondamentali di parola, di opinione, di assemblea, e per il rispetto delle vite che in queste battaglie stanno andando perse. Ma la condanna all’operato della Cina, sulla...

Continua a leggere

  • Visite: 13047
  • 1
  • 2
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri