A proposito di "Merito"

Si rincorrono giorno dopo giorno in questo fine legislatura i richiami al “merito” Ha appena finito il presidente della Repubblica di richiamare i partiti al riconoscimento dei talenti delle donne e a lamentare l’assenza di donne dai luoghi della decisione politica che Confindustria insieme all’Università Luiss presenta il rapporto sull’assenza (appena il 6,5%) di Manager donne nelle piccole e medie aziende d'Italia. Prosegue Montezemolo a chiusura del suo mandato e nel passare le consegne ad Emma Marcegaglia, prima donna eletta presidente di Confindustria riconoscendo che "Dobbiamo tutti noi contribuire a ricostruire una casa comune che per troppo tempo è stata trascurata partendo dai valori che ne rappresentano le fondamenta: merito, onestà, responsabilità, lavoro, autorità, spirito di sacrificio, giustizia."

Tutti aggettivi che di solito accompagnano e caratterizzano le buone amministratrici (poche)come le buone imprenditrici (pochissime). Ciò che suscita stupore è il fatto che tante discussioni sul "merito" siano affrontate da uomini che hanno contribuito in larghissima misura a determinare l'attuale situazione di privilegi, corporativismi, discriminazioni.

  • Visite: 11152
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri