Donne al governo? Poche

Donne al Governo: con il nuovo assetto derivante dalle elezioni politiche il numero di donne in parlamento è cresciuto ma al Governo troviamo sempre le solite mosche bianche.A Stefania Prestigiacomo, unica donna con portafoglio tra i dodici ministri, va il dicastero Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare, (e anche della “monnezza”) e su nove ministri senza portafoglio, troviamo due donne: Mara Carfagna, per le Pari opportunità; Giorgia Meloni, Politiche per i Giovani.

A Roma il cambio di Amministrazione ha fortemente penalizzato la rappresentanza femminile.

Soltanto quattro le donne elette, due con la destra, e due con il centro sinistra. Nella nuova giunta del Comune di Roma entrano due donne Sveva Belviso , alle politiche sociali e Laura Marsilio alla Scuola, famiglia e infanzia, deleghe prettamente “femminili”. Monica Cirinnà che aveva svolto nella passata legislatura il compito di vicepresidente non è stata più rieletta dal suo gruppo, che le ha preferito in questo ruolo un uomo.

La provincia di Roma ha riconfermato un consiglio a maggioranza di centro sinistra ma le donne elette sono soltanto tre. Il presidente Zingaretti ha comunque composto una giunta di 5 donne e 6 uomini, mancando per poco il previsto 50 & 50.


 

  • Visite: 5726
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender