Non ci saranno Patriot Act all'italiana

ROMA - Soldati per l'ordine pubblico e ronde in mimetica nelle città del Belpaese? Se il ministro della Difesa La Russa fa il proprio mestiere e difende l'iniziativa sostenendo che si tratterà di un provvedimento che durerà "al massimo per un anno", Casini dalla sua sottolinea che "le Forze armate non vanno svilite". Mentre Di Pietro più sensatamente annota come "solo in Colombia l'esercito controlla le strade" e Veltroni commenta il provvedimento definendolo una "scelta sbagliata", Anna Finocchiaro ironicamente domanda quando vedremo "i sacchetti di sabbia per le strade delle nostre città?".

Mentre la gente resta sbalordita, ed il sindacato di polizia Silp-Cgil definisce il provvedimento "costosissimo e inefficace", il governo sembra non voler sentir ragioni, quasi a dire al paese che adesso che ci sono loro a comandare, "rimetteranno tutto a posto", costi quel che costi. La società civile italiana però non sembra disposta a firmare al governo di centro destra un italico Patriot Act, tanto meno in bianco. Berlusconi & Co. sono avvisati!

  • Visite: 7880
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri