Segolène versus Martine

Parigi, 22 nov 08 – Divise da 42 voti appena: Aubry 67.413 voti, Royal 67.371. Martine Aubry ha vinto la battaglia che la opponeva a Segolène Royal per la guida del Partito Socialista Francese. Ha prevalso e dovrebbe “governare” un partito spaccato a metà perché 42 voti su 137.000 votanti rappresentano una differenza di appena lo 0,04%. Da parte sua la Royal ha già preannunciato che darà battaglia “politica, giuridica e giudiziaria”; i suoi portavoce hanno parlato apertamente di brogli.

Non hanno preso parte al voto quasi 100.000 dei 232.000 iscritti al PS.

François Hollande, segretario uscente dopo 11 anni ininterrotti alla guida del partito, è rimasto a lungo in silenzio, prima di annunciare ai militanti di un partito sull’orlo della scissione, la convocazione del consiglio nazionale per martedì 26 novembre.

Sembrano definitivamente tramontati i tempi della candidatura di Segolène alla presidenza della repubblica, che avevano consegnato al mondo un’immagine giovane e solidale del PS francese, e convinto i suoi “dinosauri” a smettere di divorarsi a vicenda e scendere a fianco della candidata.

  • Visite: 5312
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri