Lavoro: ecco le vittime del MOBBING

ROMA - Donne e quadri. Sono loro le principali vittime di mobbing secondo una rilevazione statistica della Rete Sportelli Orientamento Mobbing della Cisl, che l'8 gennaio ha diramato i dati relativi a un campione di 400 lavoratori mobbizzati, quasi tutti provenienti da Roma e dal Lazio, che nel corso degli ultimi due anni si sono rivolti personalmente (e quindi attraverso un colloquio diretto) allo Sportello Nazionale Mobbing del patronato. Le donne rappresentano il 59,3% del campione. (da: Superabile)

"Ci sono un po' tutte le tipologie di lavoratori - spiega Fernando Cecchini, coordinatore della Rete degli sportelli di Inas Cisl - anche se i più colpiti sono i livelli più elevati. Sono in maggioranza laureati e diplomati, e nella maggior parte dei casi sono quadri. Si tratta infatti di lavoratori non più giovanissimi e con buoni stipendi, e che a differenza dei dirigenti non possono essere eliminati tanto facilmente perché sono veri e propri impiegati".


I quadri rappresentano, infatti, ben il 25,4% dei lavoratori che si sono rivolti allo Sportello nazionale di Inas Cisl tra il 2006 e il 2007: una percentuale bassa soltanto in apparenza, perché a livello complessivo i quadri sono ovviamente molto meno numerosi di altri lavoratori con qualifiche più basse. E lo stesso discorso vale per le donne, che rappresentano il 59,3% del campione. "Anche se - precisa Cecchini - nel mondo del lavoro sono molte meno degli uomini".

 

  • Visite: 5972
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender