Funerali di Stato per le donne

In Italia la pena di morte è stata abolita, ma per le donne c'è ancora. Una strage quoticdiana si consuma senza alcuna reazione della politica . Inizia con parole dure il comunicato che l'A.F.F.I e la Casa internazionale delle donne di Roma hanno inviato alle redazioni dei quotidiani e delle televisioni. Il comunicato procede elencando le ultime tre donne uccise in ordine di tempo, di questa strage infinita che si consuma all'interno delle famiglie e che in Italia assume sempre di più connotati di orribile, impunita, violenza. In allegato il comunicato.

 

Comunicato stampa Roma, 7 ottobre 2010
 
 
FUNERALI DI STATO PER LE DONNE
 
In Italia la pena di morte è stata abolita, ma per le donne c’è ancora.
Una strage quotidiana si consuma senza alcuna reazione della politica.
 
TERESA BUONOCORE ha denunciato lo stupratore della figlia ed è stata condannata a morte.
BEGM SHNEZ una madre trucidata per aver difeso la libertà della figlia.
SARA SCAZZI, 15 anni, massacrata in famiglia.
 
Sono solo le ultime tre di una serie infinita di donne condannate a morte.
Contro questo orrore chiediamo un gesto autorevole e simbolico al Presidente della Repubblica che riscatti l’indifferenza e il colpevole silenzio di questo Paese.
 
 
Casa Internazionale delle Donne
 
  • Visite: 4857
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender