MEDICINA di GENERE Il futuro dell’Europa

SALUTE DONNA - «La medicina di genere è una branca della medicina che studia le differenze biologiche e socioculturali tra uomini e donne che si traducono in differenze nella prevenzione, nella diagnostica e nella terapia di tutte le malattie. Tuttavia, la medicina è stata tradizionalmente governata con un’impostazione “androcentrica” basandosi unicamente su soggetti “bianchi, giovani adulti, maschi” nel testare nuovi farmaci, e nelle sperimentazioni cliniche le donne sono ancora sottorappresentate (intorno al 20%)». [Fondazione Veronesi]

Con riferimento alla Conferenza sul futuro dell’Europa, che nella prossima plenaria che si terrà l’11 e il 12 marzo discuterà le raccomandazioni dei gruppi di cittadini europei, tra le proposte dell'italiana Noi Rete Donne anche il focus sulla medicina di genere. «Il genere è un fattore che influisce sugli stili di vita, sul vissuto individuale e sul vissuto di salute, anche nel ricorso ai servizi sanitari. Il diritto alla salute deve tenere conto delle differenti esigenze cliniche che ci sono tra i sessi. Si chiede l’emanazione di una direttiva volta a stabilire gli obiettivi alla base di tutte quelle attività che riguardano i percorsi clinici e di provvedere a garantire un approccio basato sulle differenze di genere in tutte le fasi dell’attività medica, farmacologica e nella fase di sperimentazione clinica dei farmaci.» 

  • Visite: 60
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri