SATIRA - Care Lavoratrici, Cari lavoratori

State tranquilli, il vostro Premier Operaio ha pensato a tutto. Abbiamo caricato- sulle spalle vostre - un debito di appena 30.000 euro a persona, neonati compresi, che voi, i vostri figli e i vostri nipoti pagherete nel tempo, con comodo, diciamo come un mutuo da pagare nei prossimi 50 anni. (e voglio proprio vedere se riuscirete a riprendervi!!!! Ehh. ehh ehh!!!)

Come abbiamo speso questi soldi? Da dove li abbiamo prelevati ? Che domande sciocche!! Ma come sempre con la mia pazienza vi risponderò: li abbiamo prelevati alla fonte dai vostri stipendi, salari e pensioni. Voi pagate e noi spendiamo: e’ questo che si deve fare.

Voi mi avete votato, il popolo mi vuole, e io governo e spendo.

Voi non immaginate neppure quant’è faticoso tenere tutti insieme se non si spende denaro pubblico. Bisogna dare incarichi pubblici ben pagati, tante consulenze, miliardi e miliardi, e poi ci sono gli appalti di opere pubbliche, e le feste padronali, e le feste in villa, e i regali, e le escort, e le soap, e i viaggi, e le partite, insomma, che ve lo dico a fare? i soldi, lo sapete, non bastano mai!!!

Ma abbasserò le tasse, ve lo prometto, intanto le ho diminuite agli amici che portavano mazzette, soldi al nero e tangenti all’estero. Poveretti, non sapevano come fare! Io e il mio amico Tremonti abbiamo pensato che questi poveri denari non potevano continuare ad essere e-si-lia-ti nelle banche svizzere, alle Bahamas (dove ho anche casa), nei paradisi fiscali. Così li abbiamo sbloccati: li abbiamo fatti rientrare in Italia, pagando appena 50 euro di tasse per ogni mille.

E si tratta di ben 35 miliardi !

Certo voi pagate su salari, stipendi, pensioni, 125 euro di tasse per ogni mille euro, ma pensate, è come nel Vangelo, il ritorno del figliol prodigo. Prima ha rubato, ingannato, frodato, ma oggi che torna all’ovile Italia va accolto a braccia aperte e ricompensato.

Così in periodo di crisi potrà comprare per un tozzo di pane quello che c’è rimasto da razziare ancora.

Ho dovuto vendere i palazzi del vostro patrimonio nazionale, mi vedo costretto a svendere ai miei amici palazzi su palazzi, vere opere d’arte, che erano vostre ma per le quali da oggi in poi, potrete pagare per tutta la vita l’affitto a ME , ai miei Amici, ai miei eredi.

Ho predisposto apposta l’eliminazione delle tasse di successione!!!! Ehh ehh ehh !!! .

A proposito, vi informo che la mia squadra sta lavorando alacremente, e come sempre in silenzio, all’abolizione dello Statuto dei lavoratori e alla fine del processo di lavoro.

Che volete farci, siete sempre nei miei pensieri …

Io sono l’unto.- L’uomo della Provvidenza 2 - P2

 

© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender