La sicurezza delle donne debutta in campagna elettorale

ROMA - Mentre migliorano le condizioni della studentessa violentata ed accoltellata a Roma, e poco o nulla si parla dei 4 casi di violenza registrati a Milano, la battaglia per la poltrona di Sindaco della capitale si gioca molto sui temi della sicurezza, spesi sull'onda dell'emotività. Rutelli: «Contro le violenze gravissime sulle donne scenderemo in campo con misure di sicurezza molto forti». Misure di maggiore sicurezza per il trasporto pubblico, e colonnine per la richiesta di aiuto,  ed un «finanziamento di 6 milioni di euro per l´illuminazione e la videosorveglianza», prevista anche per tutti i parcheggi di scambio. Alemanno, dal canto proprio propone un "piano speciale" per "sorvegliare e presidiare tutte le stazioni e le realtà nelle quali le donne sono costrette a passare di notte", e mentre dichiara che lavorerà per il ricompattamento del centro destra, attacca il governo di centrosinistra sulla sicurezza con un richiamo strumentale al caso di Patrizia Reggiani. Rutelli sulla partita non scende in polemica, e chiama la popolazione di Roma ad una mobilitazione capillare per conquistare i voti degli indecisi e per riportare tutti alle urne.

 

© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender