spacer.png, 0 kB
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender

Calendario Eventi


 
Dicembre 2017 Gennaio 2018 Febbraio 2018
    Lu Ma Me Gi Ve Sa Do
Settimana 2 1 2 3 4 5 6 7
Settimana 3 8 9 10 11 12 13 14
Settimana 4 15 16 17 18 19 20 21
Settimana 5 22 23 24 25 26 27 28
Settimana 6 29 30 31
 


AFFI

Lobby EU Donne


tel_antidiscriminazioni_razziali
tel_antitratta
tel_antiviolenza_donna
video testimonianza Bignardi

Login Form






Password dimenticata?
Nessun account? Registrati

spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB




Home
Prostituzione - 20-1-2018 Se ne discute a Roma
Questioni di genere - Convegni
Scritto da irene Giacobbe   

ImageRoma 21-gen-2018 - Nella sala “Carla Lonzi” della Casa Internazionale delle Donne di Roma affollata , da donne di ogni età, bianche, benestanti, beneducate, non banali e anche giovani uomini, abbiamo ascoltato la conferenza “Sex work is work” (senza punto interrogativo).

Dalle 16,00 alle 19,00 si sono susseguite le comunicazioni dal palco introdotte e coordinate da Barbara Bonomi Romagnoli.
Ha rotto il ghiaccio Maria Rosa Cutrufelli, ricordando come “sex work" sia parola recente, quindi un percorso storico : gli anni settanta, il libro “Prostituzione” (1971) il proprio libro sul “Cliente” 1981, il saggio del 2002 di Paola Manzini “il mercato delle donne”. Fu nel 1970 nel primo collettivo femminista per il salario del lavoro domestico che avvenne il primo incontro tra prostitute o lavoratrici del sesso e il femminismo. MR Cutrufelli ha ribadito che la prostituzione è un fatto politico come ha dimostrato il femminismo, che lo ha affrontato con reazioni emotive oscillanti dall’esasperazione alla dimensione politica. Oggi la discussione non si svolge più su posizioni di scontro radicale tra femministe e prostitute, bensì è la discussione tra femministe quella dai toni più accesi. Il confronto non implica la condivisione, ha aggiunto, ma l’esposizione delle rispettive posizioni.Al posto di prostituzione come “libertà di scelta” ha suggerito la denominazione di “scelta volontaria”.
 
Leggi tutto...
 
Prostituzione, Sfruttamento o Sex-Work?
Violenza di genere - Iniziative di sensibilizzazione
Scritto da La Redazione   

ImagePROSTITUZIONE - Siamo di fronte ad una recrudescenza di interesse nei confronti del business della prostituzione che "rende" sotto molti punti di vista. Anche in campagna elettorale, e pertanto incontra sostenitori e propaganda a tutti i livelli. “E’ necessario che il servizio pubblico informi i cittadini che le donne che si prostituiscono sulle nostre strade sono, per la maggior parte, vittime di tratta e di situazioni personali e famigliari violente e degradanti. […] Non ci interessa sentire che le prostitute non pagano le tasse o che avrebbero diritto di andare in pensione prima di altre categorie perché il loro mestiere è usurante. Ne abbiamo le tasche piene della frase penosa che si riferisce alla prostituzione come il mestiere più vecchio del mondo. Vogliamo una informazione civile e coerente con la realtà.” Lo afferma l’Associazione DonneinQuota prima firmataria di una lettera aperta ai direttori di RadioUno e RadioRai a seguito del servizio firmato da Amerigo Mancini sulla prostituzione andato in onda giovedì 17 gennaio al GR1 delle 8:00am. L'Italia, paese che ha milioni di clienti interessati a questo business(9 milioni stimati), patria di ben radicate associazioni criminali e mafiose, penalizza già lo sfruttamento della prostituzione, vieta bordelli e "case di appuntamento". Ma non impedisce a chi lo voglia di prostituirsi e non penalizza chi si prostituisce. Vieta invece di sfruttare il corpo altrui (sono ragazzine minorenni il 32% delle prostituite). Sabato 20 gennaio, alle 16:00 se ne discute alla Casa Internazionale delle Donne di Roma, Via della Lungara 19.

Leggi tutto...
 
Elezioni - Emma Bonino e +EUROPA
Politica Interna - Elezioni
Scritto da EP   

Image EMMA BONINO «Ministri -o chiunque- devono essere competenti nella materia di cui si occuperanno. Altrettanto fondamentale la squadra che ci si mette intorno […] E’ un dovere civile battersi perché non vinca il fronte sovranista, populista con risvolti razzisti […] Il Rosatellum è una legge pessima, è discriminatoria: la porteremo in corte in Italia e in Ue […] La Bossi-Fini impedisce ai sindaci di occuparsi di integrazione […]Credo nella scienza. Non capisco come si possa dire torniamo indietro». Questo ed altri i temi nel programma di +Europa, esposto dalla sua leader, Emma Bonino, nell’intervista di Laura Pertici a Videoforum negli studi di RepTv (18/01/2018). I radicali, che seppure da più di 5 anni fuori dal parlamento hanno comunque conquistato risultati notevoli (biotestamento, divorzio breve - ndr) sono fortemente consapevoli di “quanto sia importante lavorare anche all’interno delle istituzioni”. Ed in chiusura l' APPELLO AI GIOVANI DISGUSTATI DALLA POLITICA

 
Concorso di idee contro la violenza sulle donne
Violenza di genere - diffondere la cultura della non violenza
Scritto da SURFING   

ImageATTIVITA' DI SENSIBILIZZAZIONE - Le Democratiche della Provincia di Terni in occasione della Giornata Internazionale 2017 contro la violenza sulle donne, hanno presentato un concorso di idee (senza premi) sul tema della violenza di genere (scade il 28/02/2018). Con l'auspicio di contribuire a diffondere la cultura della non violenza e del rispetto. Il tema prende spunto dalle parole della canzone del cantautore Ermal Meta “Vietato morire”. Il concorso si articola in otto sezioni: poesia, documenti politici, racconti brevi, disegno, pittura, fotografia, musica, cortometraggi. "Le opere, i lavori che ci perverranno saranno oggetto di eventuali pubblicazioni o mostre che si svolgeranno nel prossimo mese di marzo. Partecipare non costa nulla è solo un tributo che vogliamo dare a chi si batte ogni giorno contro l’indifferenza e la rassegnazione. A chi ha perso orami la speranza oggi vogliamo gridare questo inno alla sopravvivenza e all’autodeterminazione: VIETATO MORIRE!" Tutte le informazioni si trovano accedendo al LINK all’articolo pubblicato da NOIDONNE

 

Leggi tutto...
 
Campagna elettorale e bufale sui migranti
Politica Interna - Elezioni
Scritto da EP   

Image ROMA - Razza, invasione, crimini: le parole di Attilio Fontana, Luigi Di Maio e Berlusconi raccolte per questo articolo dal REDATTORE SOCIALE evidenziano come la campagna elettorale della destra sia partita spingendo l’acceleratore sul “problema stranieri”. Per Filippo Miraglia, vicepresidente di Arci nazionale «è quasi scontato che la campagna elettorale veda la destra concentrata su questo argomento per raccogliere consenso. […] Quella che appare flebile, invece, è la voce della sinistra, che interviene solo per rispondere a quanto dicono gli altri e non fa della questione dei diritti un suo tema». In questa campagna elettorale però "dobbiamo frenare l’ondata sovranista, nazionalista, anche un po’ razzista, che va alla grande in molti paesi europei, e difendere con le unghie e con i denti il progetto europeo, che è l’unico futuro possibile in questo mondo così incerto” asserisce la leader di +Europa, Emma Bonino, intervenendo a Circo Massimo su Radio Capital.

Leggi tutto...
 
Essere single: a volte la scelta migliore
Questioni di genere - Articoli
Scritto da Surfing   

ImageLa solitudine di per sé non è negativa. La solitudine può appagare un bisogno grande che c’è in ognuno di noi, un bisogno di libertà. Diverse ricerche sottolineano che molte donne, soprattutto dopo i 45, sono assolutamente soddisfatte del loro status di single. Spesso semplicemente si è vittime degli stereotipi, si pensa che una donna che non ha una relazione sentimentale non sia né realizzata né serena. È il modo di porsi con se stessi a fare la differenza.” E’ fondamentale conoscersi, sapere cosa ci piace e che significato si vuole dare alla propria vita. Si deve principalmente guardare dentro se stessi, anche perché non sempre negli altri ci si può riconoscere. “La maturità in fondo è questa: conoscersi e andare avanti per la propria strada”. Leggi l’articolo integrale su D.Repubblica

 
Il tempo degli uomini brutali è scaduto
Violenza di genere - Donne nel mondo
Scritto da EP   

USA – Applauditissimo il discorso "Il tempo degli uomini brutali è scaduto" che Oprah Winfrey ha tenuto durante la cerimonia dei Golden Globe dove è stata insignita del premio alla carriera. "Dire la verità è lo strumento più potente che abbiamo. [...] Voglio esprimere la mia gratitudine per chi, come mia madre, ha sopportato anni di abusi perché aveva figli da crescere, conti da pagare, sogni da realizzare. Oggi il tempo di questi uomini è finito ed a tutte le ragazze voglio dire: sta arrivando un nuovo giorno".

 
Biotestamento al traguardo
Politica Interna - Biotestamento
Scritto da EP   

ImageROMA - Il biotestamento è finalmente legge: approvato in Senato (14 dicembre 2017), con 180 sì, 71 no e 6 astenuti, il disegno di legge sul testamento biologico che finalmente introduce in Italia le Disposizioni anticipate di trattamento consentendo anche l’interruzione di nutrizione e idratazione artificiali, garantendo finalmente alle persone, in fatto di scelta sulle proprie cure, dignità e autodeterminazione. Dal consenso informato alle nuove disposizioni su accanimento terapeutico, nutrizione e idratazione artificiale: tutto quello che c'è da sapere sulla norma approvata al Senato

------------------------------------------12 e 13 dicembre-----------------------------------------------------------------------------------------

Questa è una settimana cruciale per il diritto all'autodeterminazione. Nella giornata di martedì 12 dicembre, la legge sul BioTestamento ha visto l'avvio delle votazioni sui 3.005 emendamenti presentati. Il 13 dicembre, sarà la volta dell'interrogatorio di Marco Cappato davanti alla Corte d'Assise di Milano, per l'aiuto a Dj Fabo nel raggiungere la Svizzera per ottenere il suicidio assistito. Giovedì 14 dicembre, si arriverà invece al voto conclusivo della legge sul BioTestamento. Giovedì 14 dicembre l’Associazione Luca Coscioni sarà a Piazza Montecitorio a Roma, dalle 10:30 alle 13:30, con tutti i protagonisti della decennale campagna per le scelte di fine vita e gli attivisti per la libertà di scelta. Chiedono a chi lo desidera di raggiungerli in Piazza portando “bandiere, cartelloni e... ombrello. Nemmeno la pioggia potrà fermare la gioia di una conquista di libertà!

 
Le parole per dirlo: il manuale della rete GiULiA
Violenza di genere - Iniziative di sensibilizzazione
Scritto da Eva Panitteri   

ImageSTOP VIOLENZA: LE PAROLE PER DIRLO”: un manuale, corsi di formazione, prossimamente un sito ed una app. viene presentato venerdì 17 a Montecitorio (Sala del Mappamondo, ore 10-13) il progetto dell’Associazione GiULiA giornaliste, che ha avuto il patrocinio della Fnsi, dell’Usigrai e dell’Inpgi, per promuovere un linguaggio appropriato nei media nei casi di violenza contro le donne, perché le parole non feriscano una seconda volta. Con questo lavoro GiULiA vuole rivendicare fortemente il ruolo e il valore dell’informazione, strumento di cultura che aiuta a sviluppare il senso critico della società e la democrazia dei Paesi, che oggi più che mai passa anche dal rispetto delle donne e della loro dignità. Al fianco di GiULiA anche le istituzioni.

 
CONTRO LA VIOLENZA L'ARGINE DELLE PAROLE
Speciali - 25 novembre 2017
Scritto da Eva Panitteri   

ImageSPECIALE 25 NOVEMBRE - E’ necessario opporre un rifiuto chiaro ed inequivocabile verso ogni violenza. Sia essa fisica, psicologia, sessuale o anche ‘solamente’ verbale. Le persone SONO le parole che usano. Le parole indicano come pensiamo, e se miliardi di persone comunicano postando sui social, è incontrovertibile che contro la violenza debba essere ingaggiata anche la battaglia delle parole. Usando le giuste parole è possibile fare giornalismo e mantenersi nel perimetro di valori quali rispetto ed attenzione alla vittima, stando al contempo dentro il diritto/dovere di cronaca. L’informazione più etica è piena di attenzioni; sceglie un linguaggio rispettoso e declinato nel genere, non è mai sessista, superficiale, approssimativa, violenta o stereotipata, ed evita parole ed atteggiamenti discriminatori. In occasione del 25 novembre 2017, Giornata Internazionale di contrasto alla violenza sulle donne, Power & Gender propone alcune PAROLE CHIAVE, affinché la violenza contro le donne si possa analizzare, misurare, raccontare, perimetrare, e mai e poi mai giustificare.

 

                                      VIOLENZA TRA LE MURA DOMESTICHE: TUTTI  I CASI

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 30 di 1619
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB
spacer.png, 0 kB