Da 8 Marzo a 8 Marzo (passando per il 13 febbraio)

Tempo di bilanci per la qualità e la presenza delle donne in Italia. Notevolmente peggiorata la situazione tra il 2010 e il 2011. Le classifiche internazionali confermano il nostro paese resta il fanalino di coda dell'Unione europea per lavoro, welfare, e presenza politica. Come se non bastasse a livello mondiale si è aggiunto lo squallore del maschilismo italico rappresentato dal premier, che va ad aggiungersi alla denuncia del velinismo elevato a classe dirigente indicato come mignottocrazia da parte del senatore Guzzanti. A NewYork dal 10 al 12 marzo, organizzato dal settimanale Newsweek si e tenuto il secondo incontro internazionale con 150 donne provenienti da tutti i paesi del mondo. Promosso dalla direttora Tina Brown, il Women in the world summit ha affrontato numerosi aspetti della vita delle donne, per l’Italia erano presenti Emma Bonino, vicepresidente del Senato e Violante Placido attrice e musicista. Si guarderà con particolare attenzione ai Paesi dove le donne sono più oppresse. E non desta sorpresa che accanto all'Iran degli ajatollah, all'Arabia Saudita degli emiri del petrolio e alla Cambogia dei generali golpisti, figuri anche l'Italia della 'gestione' Berlusconi.

  • Visite: 5413
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender