Donne al Top - Viviane Reding

DONNE AL TOP - Viviane Reding, Vice Presidente della Commissione Europea, è la sentinella pronta ad assicurare il rispetto di tutti i diritti fondamentali nelle politiche europee. "Credo sia una tale fortuna essere donne…sappiamo come si fa tutto ciò che gli uomini sanno fare. E in più abbiamo la nostra femminilità. Non è meraviglioso? Le donne vere affrontano i problemi e si assumono responsabilità. Lo hanno dimostrato svariate volte nel corso della storia." In cima alla lista dei propositi della Reding, la Carta europea per le donne, per sancire una dichiarazione politica volta a realizzare il principio della parità in tutte le decisioni politiche. "C’è una cosa per la quale dobbiamo davvero trovare la soluzione: la violenza. È diventata parte della realtà quotidiana di molte donne: violenza domestica, traffico di persone e anche mutilazione genitale femminile!

Con la Carta Europea per le donne, la Commissione europea persegue obiettivi importanti ed ambiziosi da aggiungere nei prossimi cinque anni:

 

- l'indipendenza economica delle donne e degli uomini
- l'abbattimento delle differenze salariali
- una maggiore partecipazione delle donne ai processi decisionali politici ed economici
- un piano per porre fine alla violenza sulle donne
- la parità dei sessi anche nell’ambito di relazioni e contatti internazionali

 

Una lunga storia la lega la Reding al principio della parità. E’ femminista, una delle componenti più giovani in assoluto a sedere in Parlamento prima di essere nominata relatrice sui diritti delle donne e presidente del gruppo cristiano democratico delle donne. Ha organizzato la conferenza mondiale delle donne a Pechino. Insomma, l'impegno per l’affermazione delle pari opportunità viene da lontano: "se si disprezza metà della popolazione a cui si appartiene, vuol dire in fondo che si è semplicemente stolti."


(Fonte: http://www.alfemminile.com/donne-di-oggi/)

 

  • Visite: 7443
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri