Lettera delle Massaie

LETTERA DELLA MASSAIA - Roma 28 marzo 2020 - Riceviamo dall'Associazione Toponomastica Femminile il  comunicato stampa che pubblichiamo e condividiamo integralmente . Negli ultimi tempi, in mancanza di manifestazioni e applausi (in favore di TV )e di pubbliche esercitazioni con  Sgomberi di senzatetto, Respingimenti di migranti, Persecuzione di "Clandestini", Divieti di attracco per navi, Sospensione dell'obbligo di soccorso in mare etc etc.  i Rappresentanti della Lega (in Parlamento e nelle amministrazioni locali) dopo le offese  alla Presidente Boldrini, alla ministra Boschi, alla ministra Bellanova e alla Ministra Azzolina (notizia di oggi) scelgono di manifestare il loro sessismo consapevole nei confronti di tutte .

Comunicato stampa 28 maggio 2020

Ha raggiunto le 1231 adesioni, di cui 43 associazioni, la lettera che di seguito inviamo alla vostra attenzione. Tra le firmatarie anche l’autorevole adesione di Dacia Maraini.

SIAMO TUTTE MASSAIE E NON DICIAMO CORBELLERIE

L'assessore della regione Lombardia, Gallera, durante la trasmissione "Stasera Italia weekend" di retequattro, con la frase "l'ho spiegato in maniera semplice per la massaia", ha offeso l'intelligenza delle donne per giustificare la delirante gaffe da lui pronunciata sul coefficiente di contagio del covid 19.

Troppo spesso, ormai, le donne vengono denigrate nel linguaggio usato da giornalisti e rappresentanti delle Istituzioni. Questo non è un attacco politico, come vuol far credere Gallera, è semplicemente dire BASTA con fermezza al sessismo imperante nel nostro Paese. Non è più tollerabile. Le "massaie" hanno fatto la storia dell'Italia e ancora oggi sono la ricchezza della Nazione perché svolgono gratuitamente il lavoro di cura che spetterebbe ad uno Stato civile e democratico ed il lavoro domestico che dovrebbe essere equamente condiviso tra i generi. Assessore Gallera: le italiane sono quasi tutte massaie, dalle professioniste anche con ruoli apicali

alle casalinghe poiché tutte svolgono un lavoro prezioso per l'Italia. Non tolleriamo più arroganza e ignoranza di chi come lei ci offende e purtroppo ci governa.

Associazione Toponomastica femminile 

Seguono le firme di 43 associazioni  (vai al sito di Toponomastica femminile )
  • Visite: 268
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender