GenerAzioni in campo è Vino al Femminile

LIBRI & VINI - Martedì 18 giugno nella cornice dell’Hotel Imperatori, si è svolta una serata di parole e calici intorno al mondo del vino al femminile. L’occasione è stata la prima presentazione romana del libro GenerAzioni in campo Radici e percorsi del Vino al Femminile edito da All Around e disponibile in libreria dal 15 giugno. Gli autori Eva Panitteri e Maurizio Saggion,  in occasione della Giornata ONU della Gastronomia Sostenibile, hanno presentato un momento di approfondimento dove vini, cultura, enogastronomia, salute e imprenditoria femminile sono stati protagonisti.

Un simposio dove dialoghi e riflessioni hanno preso anima e voce, a partire dai temi toccati nel libro, grazie anche agli importanti contributi apportati dal Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Roma “Foro Italico” Attilio Parisi e da due tra le protagoniste delle interviste: la Sommelier e docente della Fondazione Italiana Sommelier, Daniela Scrobogna e la General Manager dell’hotel Imperatori, Aida Capone. Presente anche la pittrice Alice Asnaghi, autrice del suggestivo quadro Autumn vines riprodotto sulla copertina.

Una serata di confronto e dialogo, dove l’accompagnamento della degustazione di due vini e alcuni assaggi, sono stati un'occasione per valorizzare il patrimonio della Dieta Mediterranea e quell’esperienza enologica al femminile che nelle pagine del libro si fa «avventura che riscopre il valore di donne antiche, che va a caccia delle nuove produttrici, che guarda alla generazione che sta crescendo, ognuna con in testa la voglia di provare, sperimentare, rigenerare, cambiare, sulla propria pelle»*.

Per conoscere meglio le/gli ospiti (in ordine alfabetico) ecco le loro mini biografie.

Alice ASNAGHI, pittrice, raffigura nelle sue tele la visione di un mondo ideale, magico e senza tempo, testimonianza della connessione dell’umano con il mondo naturale. Un anno intenso vissuto in Australia esplorando aree tropicali che la lascia “folgorata dalla bellezza della natura” è la genesi di una ricerca artistica centrata sulla connessione tra persona e ambiente e valorizzazione dell’ecosistema, capace di imprimere sulla tela il mondo naturale in una visione - e versione! - dipinta “non solo con gli occhi ma anche con l’anima”. (Fonte: Biografia Alice Asnaghi)

Aida CAPONE da giovanissima è stata cronista dell’ANSA, alla Cronaca di Roma. Oggi e General Manager dell’Hotel di famiglia, che amministra «con la concretezza e la sensibilità tipica delle donne». Grazie ad un background familiare e professionale connesso alla convivialità del vino, è capace di proporre alla clientela un’esperienza enogastronomica «di sperimentazione realistica» e sartoriale: autrice del progetto “Mediterraneità”, propone nel suo ristorante un’offerta gastronomica legata alla stagionalità con prodotti «più sani, qualitativi ed economicamente più sostenibili». (Fonte: Libro GenerAzioni in Campo)

Attilio PARISI, Magnifico Rettore dell’Università di Roma "Foro Italico", medico federale e accademico di lungo corso, è una vera autorità in tema di nutrizione in medicina dello sport. Responsabile di numerosi progetti di ricerca nazionali e internazionali, è membro del Comitato Editoriale della rivista “Medicina dello Sport” e di diverse associazioni e società scientifiche, come  Federazione Medico Sportiva Italiana, Federazione Internazionale di Medicina dello Sport e Società Italiana Scienze Motorie e Sportive. (Fonte: CRUI Conferenza Rettori Università Italiane)

 

Daniela SCROBOGNA, Docente della Didattica Nazionale della Fondazione Italiana Sommelier e AISO, redattrice della guida vini Bibenda, laureata in architettura, lascia quella carriera negli anni Ottanta per dedicarsi a un percorso di innegabile successo nel mondo dell’enogastronomia. Fautrice della «consapevolezza dell’assaggio» e sostenitrice di una didattica capace di distinguersi per la particolare attenzione alla qualità, ritiene che la cultura del vino metta insieme «l’ambiente, la storia, l’umano e tutto quello che c’è dietro alla realizzazione di un vino, inclusa la gastronomia, che in una Nazione come l’Italia è doveroso conoscere». (Fonte: Libro GenerAzioni in Campo)

*Dalla recensione di Silvia Garambois per Fogli&Viaggi

[Foto di Power & Gender]

  • Visite: 106
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri