Elezioni Europee 2019: equilibrio di genere ed istruzioni per l’uso

ELEZIONI EUROPEE 2019 - Secondo il Rapporto Italia 2019 di EURISPES quattro cittadin* su dieci (39,3%) pensano che l’Unione Europea resisterà nonostante le difficoltà. Il Parlamento Europeo, dove le donne rappresentano il 36% del totale, sottolinea anche con un video «l'enorme contributo che le donne offrono alla politica a livello europeo e nazionale» ed «esorta le donne a votare e candidarsi alle prossime elezioni europee». In Italia, proprio a partire da queste elezioni troveranno applicazione le modalità per il rafforzamento della rappresentanza di genere introdotte dalla legge 22-4-2014, n. 65, che oltre alla composizione paritaria delle liste, dove nessun genere potrà prevalere sull'altro pena l’inammissibilità, consente di esprimere da uno a tre voti di preferenza a patto che le prime due vadano a candidati di diverso genere. Se verranno date solo due preferenze ed a candidati dello stesso sesso, la seconda verrà annullata; nel caso di tre preferenze invece, se saranno tutte per candidati dello stesso sesso saranno annullate sia la seconda che la terza. QUI le regole per regolarsi col voto.

QUI il documento della Camera dei Deputati su “Promozione dell'equilibrio tra donne e uomini in materia elettorale

  • Visite: 567
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender