Le grandi conquiste: il diritto di voto

L’Ufficio di Presidenza della Camera dei deputati consegna giovedì 8 marzo il premio* “60° anniversario del voto delle donne 1946-2006. Si tratta della pubblicazione, a cura della Camera, di una tesi di laurea (di Irene Cecchi) imperniata su storia, significato e valore della conquista del voto da parte delle donne italiane e, più in generale, il diritto di cittadinanza e il rapporto tra le donne e la politica. Esattamente un anno prima la Camera presentava il volume fotografico “1946 – 2006 Sessanta testimonianze a sessant’anni dal diritto di voto per le donne italiane”.

 

Miriam Mafai, curatrice del volume, ricorda: “molte leggi sono state conquistate, molti obiettivi sono stati raggiunti ma molti problemi restano ancora aperti e nulla -a mio avviso- è conquistato per sempre. Tutte le conquiste che sono state realizzate, anche in virtù di quella costituzione alla quale si è lavorato nel lontano 1946, possono essere messe a rischio”.

Sono ancora troppe/i coloro che, non avendo memoria né contemporanea né storica, guardano alla vita sociale e politica del nostro paese con atteggiamento superficiale e la tappa del diritto di voto fornisce lo spunto per ricordare la storia delle donne e della società democratica.

Senza questa “conquista di civiltà che ha consentito di costruire i fondamenti della Repubblica*” senza questo diritto-dovere, molte delle leggi importanti di questo paese non si sarebbero potute fare.

Per le giovani ed i giovani di oggi è importante tornare alle radici delle conquiste passate. Per diventare cittadini maturi e realmente consapevoli dei propri diritti e doveri.

* Sala della Lupa di Palazzo Montecitorio ore 16:00 // **Pier Ferdinando Casini

  • Visite: 13036
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender