COSMO Spazio infinito, eternità del Vino

SCIENZA & WINE – Viti e vini italiani si apprestano a un viaggio nel cosmo: Fondazione Italiana Sommelier annuncia il partenariato con l’Agenzia Spaziale Italiana, per la realizzazione di una nuova sperimentazione che porterà viti e vini italiani nello spazio. Nell’ambito del 15° Forum della cultura del vino, FIS presenterà il progetto dal titolo Spazio infinito, eternità del Vino -nato con una dedica a David Sassoli- che vedrà anche questo prezioso elemento (dopo l'olio extravergine di oliva) divenire oggetto di studio e sperimentazione nello spazio.

I vini e le piccole piante di vite (barbatelle) che saranno portati in orbita apriranno nuovi orizzonti scientifici rimanendo tuttavia legati alla storia più antica perché «la Coltivazione della Vite, racchiude tutti gli elementi del viaggio dell’Umanità sul nostro Pianeta» come spiega Fondazione.  

La «Cerimonia solenne di affidamento dei vini e delle barbatelle diretti nello spazio» si svolgerà lunedì 4 luglio 2022 a Roma, all’hotel Rome Cavalieri, sede di Fondazione Italiana Sommelier, nell’ambito di un convegno aperto ai soli iscritti FIS.

Vini e vitigni del Nord, Centro e Sud Italia saranno dunque affidati ai rappresentanti delle Comunità Scientifiche che andranno «a prendersene cura ufficialmente» pronti così a iniziare il proprio viaggio verso la futura destinazione della Stazione Spaziale.

Unica pecca di un convegno che presenta un progetto così suggestivo e affascinante è la totale assenza di esperte al femminile. L'ennesimo convegno tutto al maschile (manel) che ad oggi non riesce a inserire alcun nome di donna nonostante l’abbondanza di voci femminili eccellenti nel mondo del vino e nei settori scienza e spazio.

Foto: ISS da Astronomia.com e FB

  • Visite: 101
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri