G20 Cinque focus di genere e di parità

G20 e DONNE - Women 20 Italia riassume in 5 punti i focus essenziali da proporre ai governi dei Paesi del G20 come riferimento per un’economia che non lasci indietro le donne. Suggerimenti in prospettiva di genere, per un sistema economico che riparta e si rinnovi superando la strutturale marginalizzazione delle donne in tutti gli ambiti della società, da quello lavorativo a quello privato e familiare. Perché «la discriminazione delle donne è una vergogna per tutta l'umanità».

Cambiamento di prospettiva – Occorre evitare un approccio difensivo all'inclusione delle donne che non rappresentano una categoria di persone svantaggiate ma la metà della popolazione mondiale. Serve stabilire una corretta visione dell'emancipazione femminile, che la incardini nel suo pieno significato di autoaffermazione. È necessario rimuovere tutti gli ostacoli all'ingresso e alla permanenza delle donne nel mercato del lavoro con azioni positive e misure di attenzione al genere che dovranno essere adottate da tutti i governi. Ciò significa che negli appalti pubblici dovranno essere introdotti sistemi premianti per le aziende con una maggior presenza di donne in ruoli decisionali. Misure per combattere il monopolio maschile nei processi decisionali sono fondamentali per un avanzamento dell'uguaglianza di genere.

Nuovi indicatori – È necessario un forte impegno, da parte dei governi, a garanzia della crescita dell'occupazione femminile. Integrando un nuovo indicatore, basato sul tasso di occupazione femminile. Occorre migliorare l'occupazione femminile dal punto di vista quantitativo e qualitativo: i governi devono adottare misure per alleggerire il carico di lavoro familiare delle donne; garantire un congedo di paternità che duri abbastanza da consentire lo sviluppo di processi di condivisione delle responsabilità familiari; sostenere l'imprenditorialità femminile con incentivi, accesso al credito e forti investimenti nella formazione, soprattutto nei nuovi settori verde e digitale. È molto importante eliminare il divario di genere digitale, negli studi, al lavoro, nella vita quotidiana. L'intelligenza artificiale ha bisogno di lavoro di squadra tra uomini e donne se non vogliamo che gli stereotipi di genere si riproducano.

Lotta agli stereotipi – Urgente e necessario adottare un piano globale contro gli stereotipi di genere e per il cambiamento culturale. Aumentare la consapevolezza della loro esistenza e combatterli. Gli stereotipi sono interiorizzati fin dall'infanzia e condizionano i comportamenti delle donne che inconsciamente si limitano nella realizzazione dei propri desideri e anche degli uomini. Per questo motivo, gli interventi devono essere effettuati in modo sistemico e permanente, con piani nazionali finanziati in modo massiccio. Le azioni devono accompagnare la scuola fin dall'infanzia, azioni di empowerment e modellizzazione dei ruoli come: correttezza di rappresentazione nei media e nei linguaggi, introduzione dello studio sugli stereotipi di genere in tutti i corsi universitari, interventi anche sulla cultura del rispetto e della cura.

NO alla violenza – È necessario realizzare e adottare un piano globale contro ogni violenza sulle donne, incluse le nuove forme di violenza informatica, strutturando un accompagnamento concreto al percorso di uscita dalla violenza, compresa quelle economica. Sviluppare centri e ricoveri antiviolenza nei territori, rendendo i luoghi sanitari e di polizia idonei all'accoglienza delle vittime di violenza. Con un approccio olistico nella formazione di operatori e operatrici.

Valorizzazione dei talenti femminili – Le donne hanno guidato le battaglie in difesa della terra e sono state fondamentali nel porre un argine contro la pandemia. Occorre accompagnare la transizione ecologica valorizzando i talenti femminili. Occorre dare impulso alla ricerca nel campo della medicina di genere. Infine consigliamo al G20 di adottare un approccio di genere che consideri l'intersezionalità, le diverse situazioni delle diverse donne. La discriminazione intersecante e strutturale crea ulteriori barriere e sfide, oltre ad avere un impatto socioeconomico sulle donne.

W20 Five Strategical Points

  • Visite: 38
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender