PARITA' I 5 punti del G20 Donne Italia

G20 ITALIA & PARITA'- I Paesi del G20 hanno ricevuto le relazioni dei gruppi di lavoro dedicati ai temi di approfondimento di maggior interesse mondiale. Tra questi Engagement Group quello dedicato alla parità di genere, il Women20, guidato da Linda Laura Sabbadini, ha presentato un documento finale in cinque punti. GiULiA giornaliste che ha partecipato alla consultazione per delineare gli obiettivi prioritari sui quali concentrare le azioni ha sottolineati le principali priorità: donne e lavoro; inclusione finanziaria e imprenditoria; parità di genere digitale; violenza di genere; superamento degli stereotipi. 

I focus principali letti nel documento finale puntano così i riflettori su: superare gli stereotipi nei confronti delle donne, promuovere la medicina di genere, agevolare l'indipendenza economica, sviluppare maggior cultura digitale, ridurre ogni divario in tema di lavoro, accesso al lavoro e forbice salariale, agire concretamente per prevenire ed eliminare la violenza di genere, promuovere la sostenibilità ambientale. Nelle raccomandazioni finali anche l'invito ai componenti del G20 a «stabilire un meccanismo chiaro per monitorare i progressi e la responsabilità sugli impegni in materia di parità di genere». 

I 5 punti del Comunicato del W20 Italia

1)  Porre la parità di genere al centro delle decisioni di bilancio creando modelli economici inclusivi e innovativi che funzionino per le donne e si concentrino sul raggiungimento del benessere umano;

2) Garantire un'equa rappresentanza delle donne a tutti i livelli decisionali negli organismi pubblici e privati, nazionali e globali, politici ed economici entro il 2030; adottare piani pluriennali per raggiungere questo obiettivo e monitorare annualmente i progressi;

3) Raccogliere, analizzare e riferire su tutte le aree identificate in questo Comunicato utilizzando dati disaggregati e sensibili al genere;

4) Sviluppare valutazioni dell'impatto di genere, senza lasciare indietro nessuno, nella progettazione, attuazione, monitoraggio e valutazione di tutte le iniziative legislative, politiche, strategiche e programmatiche, compresi i piani di ricostruzione post-pandemia e le strategie di risposta climatica;

5) Promuovere l'istruzione investendo in infrastrutture per garantire che donne e ragazze abbiano accesso e partecipino all'istruzione prescolastica e terziaria, compresa l'istruzione precoce e i programmi STEAM; rafforzare la formazione tecnica e professionale, le competenze digitali, finanziarie e imprenditoriali e l'apprendimento permanente. Questo per consentire alle donne di garantire un'occupazione di qualità con la formazione continua e la progressione durante le interruzioni di carriera.   

  • Visite: 21
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender