LIDIA MENAPACE Ciao partigiana Bruna

LIDIA MENAPACE è spirata all'ospedale di Bolzano per Covid-19. Femminista, pacifista, partigiana comunista, ha sempre sostenuto e promosso la partecipazione, la libertà e l'impegno delle donne in politica. A lei vanno i nostri pensieri. Prima donna entrata a far parte dell’amministrazione provinciale di Bolzano nel 1964, negli anni successivi, infaticabile, non ha mai interrotto il suo lavoro politico. Con l'associazione Scienza della vita quotidiana da lei creata è una delle fondatrici della Casa Internazionale e da presidente dell’AFFI (1992-1994) ha contribuito all’accordo con il Comune di Roma per la definitiva destinazione dell’ex Buon Pastore di via della Lungara a Casa Internazionale delle Donne.  

Nel 1995 prende parte al Forum delle ONG e alla Conferenza Mondiale delle donne di Pechino. Oltre al contributo politico significativo, restano nella memoria le foto che la ritraggono tra anziane donne cinesi, al mattino, impegnata a far esercizi nei giardini pubblici. Donna tra le donne e donna di Pace, la "partigiana Bruna"  da senatrice eletta nel 2006 nelle liste di rifondazione comunista, propose di risparmiare sulle spese del Ministero della Difesa e di destinare quelle somme al rafforzamento e sostegno del lavoro delle donne.

  • Visite: 125
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender