INTIMIDAZIONI Ancora minacce a cronista

GIORNALISMI - Un proiettile e gravi minacce a un collega romano. Controcorrente Lazio denuncia un atto intimidatorio molto grave che non deve lasciare indifferenti: «BUSTA CON PROIETTILE E MINACCE NELLA SEDE DEL SINDACATO CRONISTI ROMANI, GRAVE ATTO INTIMIDATORIO». L’arrivo di una busta, contenente un proiettile e delle minacce rivolte a un collega, nella sede del Sindacato cronisti romani rappresenta un pesante attacco alla libertà di stampa e una grave intimidazione. Le minacce a giornalisti e giornaliste «si registrano ormai regolarmente e nelle forme più varie, assumono contorni sempre più pesanti e preoccupanti. Si tenta così di impedire che l’opinione pubblica possa formarsi liberamente un’opinione avendo la conoscenza dei fatti e gli strumenti critici per interpretarli.

Ci aspettiamo che quanto accaduto non sia sottovalutato dalle istituzioni che devono vigilare sulla sicurezza dei cittadini e sulla difesa dei cardini della democrazia, com’è la libertà di ricerca ed elaborazione delle notizie dei giornalisti.

Giornaliste e giornalisti di Controcorrente Lazio esprimono piena solidarietà al collega minacciato e al Sindacato cronisti romani. Auspichiamo che le Forze dell’ordine chiariscano al più presto i contorni della vicenda e che vengano individuati e puniti i responsabili di questo grave atto».

[Foto dal comunicato di Controcorrente Lazio]

  • Visite: 43
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri