FESTE Nuovi sguardi e nuovi orizzonti

AUGURI - Questo è il periodo in cui ci auguriamo Buone Feste e quest’anno lo facciamo auspicando l’inizio di tempi nuovi, tempi di una vera, estesa e duratura Cultura di pace. I tempi della fine di tutte le guerre, disuguaglianze e femminicidi. Tempi del superamento di rivalse e odi e dell’inizio di nuove aperture tra nuovi e vecchi amici. E di dialogo tra nuovi e vecchi nemici. Più in piccolo, tempi dell’abbandono “del piccolo io”, della rinuncia a quell’egoismo che troppe persone nutrono di cattiverie e veleni per godere dell’altrui mortificazione. Tempi in cui dare spazio al meglio e decidere di lasciare indietro il peggio. Di noi, degli altri e del mondo intero. Felici anche del prezzo che queste rinunce ci chiederà di pagare. Tempi di rinnovamento e… di pulizie. Buon Natale e Buoni Tempi Nuovi a tutte e tutti noi!

Ma cosa ci eravamo augurati in passato? I nostri auspici sono ancora utili e attuali? Ripercorriamo le riflessioni e gli auguri degli anni passati.

(Foto di Jamie Street - Free download da Unsplash)

2008 - «Che si saluti la fine del terrorismo in favore del dialogo fra le popolazioni; la fine di tutte le discriminazioni in favore della parità vera tra le donne e gli uomini; la fine della devastazione del nostro ambiente, in favore di un risanamento voluto da tutti. In questo nuovo anno vorremmo trovare la fine delle violenze in favore del rispetto e per il nostro Paese, il superamento degli stereotipi che ne frenano il vero sviluppo. La fine delle contrapposizioni, insomma, per diventare un Paese che non lasci indietro nessuno. Ci auguriamo la fine delle precarietà, per tornare a guardare al futuro e la fine della malattia dell’informazione, in favore di un ritrovato e rinnovato coraggio (di noi giornaliste e giornalisti), di vivere in coerenza con ciò che siamo per realizzare, partendo dal nostro stesso senso di responsabilità, un'informazione davvero libera e sana».

2020 - «Auguriamo a tutte e tutti giorni che tornino a essere sereni, liberi dalle nebbie dei pensieri più gravi di dolori temuti o vissuti. Auguriamo a voi e a noi, giorni che tornino ad essere pienamente nostri, nel senso più vero e più profondo di ciò che intimamente desideriamo. AUGURI di cuore e in alto i calici, ovunque ci troviamo, per un brindisi al futuro che attende le nostre vite. Perché come ricorda anche il Buddismo “l'inverno si trasforma sempre in primavera″».

2022 - «Un momento per festeggiare. Un momento per ricordare e celebrare e un momento per fermarsi a pensare ai domani che vogliamo costruire. Dedicando un pensiero a chi le feste proprio non le può sopportare, a chi in queste giornate si sente sola o solo e soprattutto a chi subisce una guerra o la privazione di diritti e libertà e ha ben poco per sorridere. In un mondo mai privo di contraddizioni, abbracciamo tutti i cuori levando in alto i calici e augurando a tutte e tutti noi che la vita possa regalare salute, serenità e soddisfazioni! Buone Feste!»  

Buone Feste🎀 e Buon Anno Nuovo dalla Redazione di Power&Gender

  • Visite: 94
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri