Quando discriminare è prassi comune

ROMA - (Aspettare Stanca) - Il 12 marzo è stata diffusa la notizia che, in base ad una sentenza della Corte d'Appello di Salerno, confermata dalla quinta sezione della Cassazione, la dottoressa Carmela Campi, direttrice di un carcere, sarà risarcita per un articolo che chiedeva un uomo al suo posto. Ancora una volta la magistratura deve intervenire contro le discriminazioni verso le donne nelle carriere pubbliche. Ancora oggi una donna che occupa i vertici dell'amministrazione è criticata solo in quanto donna da un giornalista e da un sindacalista.

Si dovranno aspettare altri cinquanta anni perchè ci siano più donne sindacaliste e giornaliste (in Italia solo due donne dirigono un giornale) e tra gli uomini venga meno una cultura arretrata e in contrasto con le leggi? La notizia è stata diffusa sia on line che sulla stampa dove sono riportati tra gli altri i commenti di Mara Carfagna,Vittoria Franco e Alessandra Mussolini e la nota di amarezza, dell'UDI, Unione Donne Italiane, sigla storica del movimento femminista che ritiene "mortificante, dopo 40 anni di lotte, dover ricorrere alla legge per ottenere un riconoscimento che dovrebbe essere la normalità". L'argomento richiede ulteriori approfondimenti e ci torneremo al più presto. Leggi qui per saperne di più.

  • Visite: 4730
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Registrazione tribunale di Roma n° 481/2006 del 13/12/2006 Direttrice responsabile: Eva Panitteri
Edita dall'Associazione Power And Gender