LIBRI Vitigni, vini rari e antichi

LIBRI DI VINO - «Francesco Annibali con Il linguaggio del vino (edizioni Ampelos) e Ivano Asperti con Vitigni, Vini rari e antichi. Le unicità dell'Italia enoica (edito da Cinquesensi) si dividono la vittoria nella terza edizione del "Premio Biblioteca Bruno Lunelli Un Libro Di Vino", l'unico in Italia che guarda soltanto a opere letterarie che hanno come protagonista il vino». (ANSA)  

Se Francesco Annibali riesce ad avvicinare i non iniziati al linguaggio del vino, Asperti compie un percorso di ricerca storica su oltre 290 vitigni territoriali, ponendosi come riferimento di consultazione e approfondimento per gli operatori del settore. Vitigni, vini rari e antichi,infatti, è «l’esito di un lungo lavoro di ricerca, studio, selezione e assaggi. Un libro costruito con la pazienza di un ricercatore attento e con l’entusiastica determinazione di chi è mosso, prima di tutto, dalla passione. Un’opera importante, anzi necessaria che va a integrarsi alla già̀ nutrita biblioteca relativa alla viticoltura e alla civiltà̀ del vino. L’autore riporta alla luce, con schede storiche e tecniche di puntuale esattezza, oltre 290 vitigni territoriali, alcuni dei quali coltivati in piccolissimi fazzoletti di terra in ogni latitudine e longitudine del Bel Paese». (Ed. CINQUESENSI)

  • Visite: 39
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri