FEMMINICIDIO 1000 responsabilità per 1 panchina

25 NOVEMBRE - I simboli aiutano a trasferire i messaggi e ogni microcosmo aggiunge al tutto la propria goccia utile. Roma, 25 Novembre, Municipio IV. Il quartiere si riunisce presso il Parco Pratolungo in Via Elena Brandizzi Gianni per dire NO alla violenza sulle Donne e inaugura una panchina rossa. La cittadinanza che abita in prossimità della striscia di verde pubblico stretta tra la via Tiburtina, il carcere di Rebibbia e il quartiere San Basilio, regala alla città "un piccolo progetto simbolo di una grande catena umana: dipingere di rosso una panchina dedicata alle donne".*

Erano presenti Massimiliano Umberti, Presidente IV Municipio; Annarita Leobruni, Vicepresidente IV Municipio e Assessora alle Pari Opportunità; Michele Vitiello, Regista, ideatore del progetto culturale "In punta di donna" rassegna artistica di danza contro ogni violenza; il Comitato di Quartiere Pratolungo con la Presidente Valentina Girasole; l'Associazione Nazionale Vigili del fuoco in congedo.

(Massimiliano Umberti, Valentina Girasole, Annarita Leobruni)

Nata dal desiderio del cittadino Bruno Strati di dare un segnale, l'iniziativa di trasformare una panchina in atto concreto di testimonianza contro il femminicidio coinvolge più anime del quartiere. Famiglie, associazioni, bambine e bambini. Persone di ogni età stamattina erano sul prato, tutte insieme, per un impegno comune.

Un’iniziativa che ha colpito la sensibilità di Elisa, 9 anni, al punto da voler scrivere una lettera al Comitato di quartiere; così Elisa, insieme alle sue parole, a un pastello a cera e un pezzetto del suo cuore, ha donato dei risparmi per contribuire. Un gesto che da solo basterebbe a restituire un po' di fiducia in questo genere umano troppo impegnato a uccidere le donne e fare guerre.

(Panchina Rossa Parco Pratolungo)

Alla voce di Elisa si è aggiunta anche quella una donna che ha chiesto di rimanere anonima. Della sua lettera, della quale è stata data lettura, trascrivo solo qualche parte.

«Sulla panchina rossa. Siediti qui, su questa panchina rossa, osserva il mondo intorno a te. [...] Qui, in questa strada che porta il nome di una DONNA, una benefattrice che si prodigò in favore delle famiglie povere di San Basilio e della Tiburtina, che fu pioniera di un cambiamento sul cui solco dobbiamo proseguire.

Chi passa da qui e posa lo sguardo, non veda più tristezza o tragedia, ma un invito a fermarsi, a riflettere, e ad unirsi al coro di trasformazione. Qui, accanto alla scuola e al parco giochi dei bambini, sorge questa panchina rossa. Non è solo un luogo fisico, ma un ponte fra generazioni, dove il suono delle risate dei più piccoli, i loro primi passi verso l’educazione e la cultura, si intrecciano con un messaggio che va oltre la retorica speranza, diventando impegno civile.

Qui loro si formano come cittadini e cittadine, come uomini e come donne. [...] Che si spieghi loro che questa panchina non è solo un oggetto, ma un simbolo di metamorfosi e responsabilità.

Ogni risata, ogni grido di gioco, sia un richiamo a proteggere la purezza dell'infanzia, a educare e sensibilizzare i giovani affinché non girino lo sguardo davanti alla violenza, non ne siano mai artefici, ma si sentano impegnati a fare la differenza. [...] Una panchina rossa qui a ricordarci che proteggere le donne è proteggere il futuro di TUTTI».

(Panchina Rossa Parco Pratolungo - Il futuro ci guarda)

Una piccola-grande iniziativa di quartiere che aggiunge la propria voce a quella della manifestazione oceanica di donne, cittadini e cittadine, che nel pomeriggio ha solcato le strade della Capitale. Ugualmente intensa. Ugualmente carica di senso e di valore.

Nel ricordo delle vite spezzate di Giulia Cecchettin e di tutte le migliaia di Giulie che si chiamavano con altro nome, uccise da uomini che non le volevano né felici, né libere, né vive, auspichiamo che il Paese possa presto vedere il tanto atteso cambiamento culturale.

#municipioIV #nonseisola #panchinarossa

[Fotografie di Eva Panitteri]

Il testo integrale della lettera e il Comunicato stampa* sono disponibili alla pagina Facebook Comitato di Quartiere Comprensorio Pratolungo

  • Visite: 124
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri