EMERGENZA CLIMA Agire l'agricoltura BIO

REPORT CLIMA - Cosa sta succedendo? Perché è importante? Cosa posso fare? Uno degli obiettivi intermedi che la strategia "Farm to Fork" del Parlamento europeo ha fissato per l’agricoltura all’anno 2030, consiste nel destinare il 25% dei terreni agricoli esistenti a colture biologiche (nuove o di conversione) e di procedere all'aumento di questa percentuale nel medio/lungo termine. Tenendo conto che fare agricoltura BIO significa produrre rinunciando all’uso di diserbanti e pesticidi chimici e fertilizzanti artificiali, significherà rinunciare anche ai seminativi OGM e applicare limiti rigorosi alla somministrazione di antibiotici agli animali.

(Campo di grano - Foto di Eva Panitteri)

La strategia "Dal produttore al consumatore" inserita nel Green Deal europeo, infatti, «consentirà la transizione verso un sistema alimentare sostenibile dell'UE che salvaguardi la sicurezza alimentare e garantisca l'accesso a diete sane provenienti da un pianeta sano.

Ridurrà l'impronta ambientale e climatica del sistema alimentare dell'UE e ne rafforzerà la resilienza, proteggendo la salute dei cittadini e garantendo i mezzi di sussistenza degli operatori economici. La strategia fissa obiettivi concreti per trasformare il sistema alimentare dell'UE, tra cui una riduzione del 50% dell'uso e del rischio dei pesticidi, una riduzione di almeno il 20% dell'uso di fertilizzanti, una riduzione del 50% delle vendite di antimicrobici utilizzati per animali d'allevamento e acquacoltura e il raggiungimento del 25% dei terreni agricoli in agricoltura biologica.

(Agriumbria-  Bastia Umbra 2023 - Foto di Eva Panitteri)

Propone inoltre misure ambiziose per garantire che l'opzione sana sia la più semplice per i cittadini dell'UE, compresa una migliore etichettatura per soddisfare meglio le esigenze di informazione dei consumatori sugli alimenti sani e sostenibili».

Le azioni di ammodernamento in agricoltura, insieme a quelle per il ripristino e la salvaguardia del territorio, rappresentano per il nostro Paese un potenziale volano per la ripresa.

Se questo progetto dovesse essere capace di ottenere dai singoli Paesi gli stanziamenti economici necessari alle azioni interne, aprirà infatti alla possibilità di ricadute efficaci sulla creazione di nuovi posti di lavoro.

Continuate a seguire la serie REPORT CLIMA di Power & Gender, per conoscere meglio tutto ciò che riguarda la produzione di cibo sostenibile, l'agricoltura innovativa e sociale, la salute delle persone e più in generale tutto quanto riguarda la produzione alimentare. Stay tuned!

#coveringclimatenow

This story is part of Covering Climate Now’s (CCNow) joint coverage network

[Tutte le foto a corredo dell'articolo sono di Eva Panitteri]

  • Visite: 129
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri