LAVORO Un Ddl per l'imprenditoria femminile

DONNE & PNRR «La promozione e il sostegno all’imprenditoria femminile sono tra gli obiettivi e gli impegni inclusi nel Pnrr». Le donne apportano da sempre un contributo fondamentale allo sviluppo economico del Paese e il disegno di legge a prima firma Vincenzo D'Arienzo, che prevede la delega al governo per apportare modifiche al Codice delle pari opportunità tra uomo e donna, si propone di ampliare la platea di imprese a prevalente partecipazione o conduzione femminile che avranno accesso a bonus, sgravi e incentivi.

«Attraverso questo provvedimento si punta a promuovere l’uguaglianza sostanziale e le pari opportunità nell’attività economica e imprenditoriale, la formazione e l’accesso al credito. In modo da favorire e sostenere sempre di più la presenza di imprese a prevalente partecipazione femminile. Con una specifica attenzione a quelle in grado di sviluppare maggiore innovazione.

Relativamente al codice civile, sono previsti il riconoscimento e la definizione formale della figura e dello status di imprenditrice e l’istituzione presso le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura di un’apposita sezione speciale nel registro delle imprese.

Così si intende anche sostenere l’avvio di nuove attività, programmi di formazione e orientamento, di trasformazione tecnologica e digitale e l’istituzione di un Comitato nazionale per l’imprenditoria femminile per il supporto ad azioni mirate in questo senso. Un intervento di sistema, pienamente coerente con la visione di ripartenza e sviluppo sostenibile, innovativo e paritario che innerva il Pnrr e la sua concreta attuazione».

Estratto da Newsletter Valeria Fedeli 25/03/2022

  • Visite: 74
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri