IL PAPA Tagliare i fondi per le armi e investire in sanità

LETTERA NELLA TEMPESTA (Aprile 2020) - Sono molte le iniziative e i suggerimenti per un diverso sviluppo e per una uscita dalla crisi generata dal Covid-19. Merita una speciale menzione la lettera aperta di Papa Francesco  sottoscritta da medic* ricercatric* e studios* di varie discipline che è possibile leggere per intero e sottoscrivere. La lettera contiene una denuncia e una proposta.

La denuncia delle spese militari che continuano a crescere e la proposta di ripristinare il servizio sanitario nazionale e finanziare la sanità pubblica senza ulteriori tagli. Ne sottolineiamo alcuni punti.

(1) Aver creato 21 sistemi sanitari all’interno di un unico Stato e cancellato di fatto l’articolo 32 della Costituzione. (2)Trovare le risorse rinunciando all’acquisto di aerei da combattimento, navi da guerra, sistemi d’arma ripensando la difesa nazionale alla luce del fatto che la sfida attuale si chiama Epidemia, per cui per difendersi efficacemente, occorre investire non in armi ma nella cura della salute pubblica.

La lettera prosegue proponendo l’uso di altre risorse, (3) dall’otto per mille non destinato ad altri usi (4) all’utilizzo di immobili che diocesi, parrocchie e congregazioni religiose non utilizzano, per provvedere all’accoglienza di persone e famiglie - italiane e straniere - che sono sulla strada o che vivono un grande disagio abitativo.

Per sostenere l’iniziativa scrivere a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

  • Visite: 261
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri