FEMMINICIDIO

Femminicidio: le norme ci sono, ora servono "più vicinanza alle vittime" e maggiore capacità di intervento. Lo ha detto il ministro dell'Interno Marco Minniti giovedì 9 novembre 2017 in audizione a Roma davanti alla Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno della violenza di genere: «violenza inaccettabile basata sulla sopraffazione» e sulla quale secondo il titolare del Viminale «si gioca la civiltà di un Paese». C’è “un dato che preoccupa”: se dal 2011 si registra un calo degli omicidi - da 554 a 400 nel 2016, a 258, finora, nel 2017 - ha spiegato Minniti, sono però «in aumento le vittime di sesso femminile di omicidi in famiglia nel 2016 e nel 2017. Nel 2011 erano il 61% del totale, nel 2016 sono salite al 63% e nei primi 9 mesi di quest'anno, al 30 settembre, siamo al 71%, con 61 donne vittime su 86 omicidi avvenuti in ambito familiare».

  • Visite: 1366
© 2020 www.power-gender.org
Power&Gender Testata giornalistica online Gestione semplificata ai sensi del'Art. 3bis, Legge 103/2012 Direttrice responsabile: Eva Panitteri